Cristiani gettati in mare, il gip si riserva di decidere sul fermo degli islamici

morti-cristiani

 

Si conoscerà tra questa sera e domani mattina la decisione del gip del Tribunale di Palermo Guglielmo Nicastro sulla convalida dei quattordici fermi dei profughi musulmani accusati di avere ucciso 12 cristiani durante la traversata dalla Libia all’Italia per motivi religiosi.

Immigrazione: Cristiani gettati in mare dai musulmani, 15 arresti a Palermo

Ieri il gip aveva interrogato otto dei fermati, oggi i restanti sei. Come si apprende, uno dei profughi si è avvalso della facoltà di non rispondere mentre gli altri cinque hanno negato ogni coinvolgimento nella strage di immigrati.

I musulmani sostengono che i 12 cristiani siano caduti in acqua casualmente. Del quindicesimo arrestato, un minore, si occuperà il Tribunale dei Minori di Palermo. Presente all’interrogatorio il pm Renza Cescon che conduce l’inchiesta coordinata dal Procuratore aggiunto Maurizio Scalia.

Adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -