Congo: 19 persone uccise a colpi di machete, donna incinta decapitata

CONGO-MACHETE

 

Diciannove persone sono state uccise a colpi di machete mercoledi’ nel territorio di Beni, una regione nel settore orientale della Repubblica Democratica del Congo, teatro di massacri attribuiti a ribelli ugandesi.

Una delle vittime, ha reso noto Amisi Kaonda, l’amministratore del territorio, era una donna incinta che e’ stata decapitata. Inizialmente le autorita’ avevano parlato di un bilancio di 5 vittime, ma una ong locale aveva subito denunciato la morte di dieci persone. AGI

kyengeAnche in casi come questo la Kyenge non perde occasione di dare consigli e addossare responsabilità all’Europa. L’ex ministro, Cecile Kyenge (Pd), pone l’attenzione sulla fragilità della democrazia in Congo: “l’Europa deve vigilare per assicurare la partecipazione di tutti, tutelando la libertà di espressione” (quella stessa che invece la Kyenge vuole negare in Italia denunciando le persone da cui si ritiene offesa o chiedendo la chiusura dei partiti poco propensi all’immigrazione di massa).

Di recente è stata scoperta una fosse comune a Maluku: l’Ue – conclude – deve chiedere un’inchiesta internazionale per fare piena luce sull’episodio”.



   

 

 

2 Commenti per “Congo: 19 persone uccise a colpi di machete, donna incinta decapitata”

  1. Il vecchio proverbio popolare:”Predica bene chi razzola male” è molto veritiero e valido anche di questi tempi.-

  2. La Kyenge forse non sa che sono questi che ammazzano con il macete che non rispettano la libertà di espressione degli altri!!! Straparla!!! Che colpa ha l’Europa di tutti i fatti gravissimi che scoppiano fuori dai suoi confini!!! Chi tutela gli interessi dell’Europa che ogni ora si vede invasa da fiumi di extra comunitari mischiati a persone che uccidono ancora prima di essere sbarcati sulle nostre coste? Lei? Che è ormai inchiodata qui in Italia e con le sue allucinanti discorsi fomenta rabbia e odio nei confronti nostri? Non si è accorta che noi siamo quelli che vanno a recuperare in mare addirittura quasi sulle coste libiche migliaia di extra comunitari che scappano dalla guerra ma anche dalle galere e che non ci amano e la maggior parte sono razzisti verso i bianchi? Beh! La Kyenge sembra proprio uno di loro quando parla così dell’Europa che evidentemente sente che non le appartiene, a maggior ragione l’Italia

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -