Scandaloso: case popolari assegnate agli extracomunitari penalizzando gli italiani

ater

 

Alcuni mesi fa – riferisce il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Rodolfo Ziberna – avevo presentato una interrogazione alla giunta regionale con cui, citando articoli apparsi sui quotidiani, lamentavo uno sbilanciamento a beneficio degli extracomunitari nell’assegnazione degli alloggi ATER di Gorizia ed un elevata qualità e costi degli appartamenti (una media di 200.000 euro ad appartamento per un costo di quasi 3.000 euro a metro quadro). Nell’occasione avevo proposto di realizzarne a costi inferiori con lo scopo di realizzarne in numero maggiore per far fronte all’emergenza casa, molto sentita anche nell’Isontino.

L’assessore Mariagrazia Santoro, nella seduta odierna del consiglio regionale, nel rispondere alla mia interrogazione ha fornito dati che a mio avviso, e ad avviso dei cittadini, confermano che l’ATER Gorizia sta assegnando alloggi in modo largamente sproporzionato agli extracomunitari. “Le ultime assegnazioni ATER fatte a Gorizia – afferma infatti l’assessore regionale – riguardano via Veneto, Via Formica, Via Rabatta per un totale di 53 alloggi, di cui 30 sono stati assegnati ad italiani e 23 a cittadini extracomunitari in graduatoria. Al 31.12.2014 le domande inevase per l’ATER Gorizia risultano essere 1151, delle quali i cittadini extracomunitari sono 267.”
E’ letteralmente scandaloso: ciò significa il 43,39% degli alloggi è stato assegnato agli extracomunitari, i quali rappresentano meno del 9% della popolazione regionale! Su 884 domande di italiani sono state soddisfatte 30, che corrispondono a poco più del 3% dei richiedenti, mentre su 267 extracomunitari ben 23, corrispondente a quasi il 9% dei richiedenti, ovvero quasi il triplo rispetto agli italiani! Non so come la giunta Serracchiani chiami questi dati ma per me è un evidente privilegio a beneficio degli extracomunitari, mentre ci sono centinaia di famiglie di italiani che hanno bisogno di alloggi!

A Trieste su 452 alloggi 86 sono stati assegnati ad extracomunitari, corrispondente al 19,2 %, a Udine su 705 alloggi 104 agli extracomunitari (13,86%), a Pordenone 62 alloggi su 260 (23,84%), Alto Friuli 14 su 75 (18,66%).Se a ciò si aggiunge come il cittadino straniero in proporzione abbia maggiori opportunità di lavoro (53.000 occupati su 107 mila stranieri residenti) appare evidente a chiunque come questa giunta regionale stia operando scientificamente non già una politica di solidarietà, bensì una politica di grave discriminazione delle famiglie italiane a beneficio di quelle extracomunitarie.
Per quanto ancora i cittadini della nostra regione potranno sopportare queste azioni, che si aggiungono allo smantellamento della sanità, all’incapacità di far uscire la regione dalla crisi e di generare nuova occupazione, ad una repressione del dissenso?



   

 

 

2 Commenti per “Scandaloso: case popolari assegnate agli extracomunitari penalizzando gli italiani”

  1. hanno votato la Seracchiani ? adesso che se la grattino, contenti loro contenti tutti ,anzi secondo quei fenomeni del PD chiesa, sindacati e compagnia cantante facciamo ancora poco per i clandestini.

  2. CHI NON HA DIRITTO; SI SENTE UN PREVILEGIATO E DENTRO DI SE SUPERIORE AGLI -ALTRI – ANCORCHé- ITALIANI. ” QUESTA ; PURTROPPO E’ LA MORALE ESISTENTE IN OGNI LATITUDINE.LONGITUSINE.!
    L’ASSEGNAZIONE DOVREBBE ESSERE SPIEGATA A VOI DAI RESPONSABILI.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -