UE: “prepararsi ad affrontare una stagione migratoria pesante”

Avramopoulos

 

Il commissario europeo agli Affari interni e all’Immigrazione, Dimitris Avramopoulos, ha avvertito oggi a Bruxelles che “dobbiamo prepararci ad affrontare una stagione migratoria pesante”, a causa dell’inasprirsi dei conflitti in Siria, Iraq e dell’instabilità in Libia, che hanno provocato un forte aumento di profughi nei flussi.

“La Commissione Ue è pronta a fare la sua parte e si impegna a fornire nuovi contributi ai paesi membri più colpiti” dalle conseguenze di questo fenomeno, come l’Italia e Malta, e che “hanno le necessità più urgenti”, ha proseguito Avramopoulos, parlando durante un’audizione nella commissione Libertà pubbliche del Parlamento europeo, e ha sottolineato: “abbiamo offerto lo strumento del finanziamento d’emergenza, e siamo pronti a dispiegarlo in futuro, se necessario”.

Immigrazione: degradare la Patria da madre degli Italiani a matrigna delle orde straniere

Il commissario ha ricordato che c’è una Task Force per il Mediterraneo, ma, ha aggiunto, “saranno necessarie anche altre azioni”. Avramopoulos ha confermato che la Commissione presenterà la sua nuova agenda strategia per una politica europea dell’immigrazione a fine maggio, che si baserà su un approccio nuovo e “olistico”, come chiede il Parlamento europeo, che tenga in conto tutti gli aspetti rilevanti del fenomeno e lo affronti nel rispetto dei diritti umani il principio di non respingimento, garantendo l’accoglienza a profughi e rifugiati, combattendo i trafficanti e cooperando molto di più con i paesi terzi come Tunisia, Marocco ed Egitto. tiscali



   

 

 

4 Commenti per “UE: “prepararsi ad affrontare una stagione migratoria pesante””

  1. I disastri in Iraq, Siria e Libia sono stati provocati da Usa,gb, francia,turchia e monarchie del golfo, si facessero carico loro dei sedicenti “profughi” !

  2. Oltre ai contributi economici ai paesi più colpiti che accolgono questa ENORME migrazione ci vorrebbe da parte di tutta l’Europa accoglienza a 360º. L’Italia e Malta non sono in grado di accogliere tutta l’Africa che si sta riversando sulle loro coste!!! E anche per i forti tagli alle risorse economiche che ha messo in atto il nostro Governo non ci sono abbastanza controlli per l’ordine pubblico!! La libera circolazione in Europa la si dovrebbe, per questa emergenza, estendere anche ai migranti che arrivano dall’Africa che scappano dalle guerre!

  3. il diverbio di tutta questa falsa informazione non sono gli sbarchi, ma la gestione di queste povere persone. accoglienza ok, ma stabilimento, sostentamento, quali sono i programmi… si vede come l’UE e l’Italia gestiscono queste tematiche drammatiche. Ma pensano solo ai loro portafogli, nient’altro.

  4. Claudio Franza

    Non capisco. E’ di questi giorni la decisione europea di lasciare sola l’Italia a fronteggiare l’imprevisto aumento del flusso migratorio sulle nostre costae.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -