Via l’embargo, la Russia torna a fornire sistemi missilistici antiaerei S-300 all’Iran

putin-rohani

 

La Russia riprende le forniture dei sistemi missilistici antiaerei S-300 all’Iran. Lo ha deciso il leader del Cremlino Vladimir Putin, mentre l’alleggerimento delle sanzioni internazionali all’Iran resta ancora un nodo da sciogliere dopo l’intesa di massima sul nucleare.

Un contratto da 800 milioni di dollari per la fornitura di diverse batterie di S-300 era stato firmato tra Teheran e Mosca nel 2007, annullato poi dal Cremlino in seguito all’introduzione delle sanzioni contro il paese mediorientale.

Lo scorso 2 aprile l’Iran e il gruppo 5+1 delle potenze mondiali, Russia compresa, hanno raggiunto un accordo sul programma nucleare di Teheran. Successivamente da Rostec, compagnia statale russa per lo sviluppo e l’esportazione di prodotti industriali per uso civile e militare, si era affermato che le forniture di armamenti all’Iran sarebbero riprese. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -