Spari tribunale Milano, Anm: serve il rispetto della giustizia

SABELLI

 

“Niente potrà prevenire in via assoluta il gesto criminale di un individuo commesso contro un magistrato, un avvocato e alcuni cittadini che partecipavano a un processo. Ma occorre che si instauri un clima di rispetto della giustizia e di tutti coloro che collaborano all’esercizio della giurisdizione, che è condizione essenziale per ottenere anche il rispetto da parte dei singoli. E a questo si deve unire una forte attenzione alla sicurezza dei palazzi di giustizia, un problema gravissimo che va affrontato con urgenza”.Il presidente dell’Associazione nazionale magistrati, Rodolfo Sabelli, è ancora scosso dalla “terribile violenza che si è scatenata all’interno di un palazzo delle istituzioni, che dovrebbe essere al contrario un luogo in cui si sciolgono i contrasti”.

E ferma sul nascere l’interpretazione delle sue parole in chiave critica nei confronti della politica. “In questo momento rifiuto ogni atteggiamento di polemica – dice in un’intervista all’ANSA -. Il messaggio che vogliamo dare è di profondo dolore per le vittime, di vicinanza a chi sta soffrendo, e di richiamo al ruolo della giurisdizione”. “Come è possibile che si possa entrare armati in un tribunale, cioè in un luogo così sensibile e di tensione, come hanno dimostrato già eventi del passato? La risposta devono darla coloro che sono responsabili della sicurezza. Ma io mi chiedo anche come sia possibile che questo individuo si sia potuto muovere dentro il tribunale anche dopo aver sparato”, ragiona Sabelli.

E alla domanda se la sicurezza dei tribunali faccia evidentemente acqua per i tagli che ha subito il settore della giustizia in questi anni, risponde che “i problemi sono molteplici. Ci sarà il momento dell’analisi, ma è indubbio che la qualità della sicurezza dei palazzi di giustizia dovrà essere sottoposta a un attento esame. Come Anm siamo andati nei tribunali e purtroppo abbiamo riscontrato vari problemi”. Per il leader dell’Anm non è comunque tempo di polemiche. E così liquida la questione sciopero sollevata da qualche magistrato sulle mailing list della categoria proprio sul nodo della sicurezza, dicendo che “non è il momento per affrontare temi che non siano quelli a cui mi sono già riportato. Il nostro pensiero ora va a chi ha perso la vita”. Mentre esprime “apprezzamento per il gesto di grande sensibilità e attenzione” che il capo dello Stato ha compiuto convocando un plenum straordinario del Csm sui fatti di Milano.

redazione tiscali



   

 

 

1 Commento per “Spari tribunale Milano, Anm: serve il rispetto della giustizia”

  1. un patetico comunicato…………..

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -