Chiama “zingari” gli zingari, Salvini bloccato da facebook

salvini

 

La dittatura della neolingua: chiamare le cose o le persone con i termini usati da sempre è diventato reato su facebook, è razzismo. Gli zingari si chiamano appunto “zingari” da sempre, nei libri, nelle canzoni, nel linguaggio comune, ma adesso qaulcuno ha deciso che la parola è lesiva per la dignità del popolo zingaro. La strisciante dittatura xenofila potrebbe essere definita ridicola, se non fosse tragica.

Salvini sospeso da Facebook per razzismo. Lo ha rivelato lo stesso leader della Lega a Radio Padania: «Facebook mi ha sospeso per 24 ore perché ho usato la parola zingari che usava mia nonna». Il segretario del Carroccio ha definito anche «ipocrita» l’Italia, dopo le polemiche per le sue parole sui campi rom da «radere al suolo», dopo aver dato un preavviso di sei mesi ai residenti nei campi.

«Sentire certe parole in bocca a un vescovo mi fa tristezza. Se avessi peccato, compito di un vescovo sarebbe di riportarmi sulla retta via, non di insultarmi», ha detto sulle critiche di esponenti del Vaticano per le sue parole. «Ma io – ha aggiunto a Radio Padania – parlo coi parroci di provincia, non coi vescovoni che vivono in 300 metri quadrati, magari anche coi camerieri».



   

 

 

1 Commento per “Chiama “zingari” gli zingari, Salvini bloccato da facebook”

  1. Salvini vai avanti per la tua strada a testa alta e vedrai che i risultati arriveranno,gli altri politici debbono andare a testa bassa per quello che hanno combinato e stanno combinando a questo paese, mi piacerebbe una bella alleanza con la Meloni.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -