Padiglione Italia di Expo 2015, costi saliti da 63 a 92 milioni di euro

 

Sarebbe dovuto costare 63 milioni di euro. E invece per Palazzo Italia, il padiglione che rappresenterà il nostro Paese a Expo 2015, e per lo spazio di due piani lungo l’asse del Cardo, rischiamo di sborsarne ben 92, con un aumento del 50% rispetto a quanto previsto. La colpa non è solo dei ritardi e dei conseguenti straordinari, ma anche delle tante modifiche al progetto giunte in corso d’opera.

A fare i conti è La Repubblica, secondo cui in questo momento, al fine di arrivare pronti al taglio del nastro del Primo maggio, lavorano 550 operai suddivisi in tre turni in modo da coprire tutte le 24 ore a disposizione in una giornata.

E tutto questo, ovviamente si paga. Ma c’è dell’altro. Come reso noto dallo stesso commissario di Expo, Giuseppe Sala, il disegno iniziale di Palazzo Italia non rispondeva alle esigenze. E si è dovuti intervenire rivoluziando gli spazi e riprogettando molte parti della struttura. Costo delle modifiche e di altri lavori assegnati successivamente al bando: 16 milioni di euro.

Ora l’attenzione si sposta tutta sul calendario. A meno di 30 giorni dal via, infatti, i lavori non sono finiti e, qualora le imprese che hanno vinto l’appalto non concluderanno in tempo, non potranno incassare l’intera somma.

Dalle parti di Rho c’è ottimismo anche se non pare così remota la possibilità che, alla fatidica data di inaugurazione, una parte degli allestimenti interni non sarà pronta.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -