Al Cara di Gradisca lavoratori da 6 mesi senza stipendio: sfamati dai profughi

cie-gradisca

foto il tirreno

È il mondo alla rovescia. Al Cara di Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia, sono gli ospiti del centro che aiutano i dipendenti della cooperativa che accoglie i richiedenti asilo. I lavoratori della struttura sono infatti senza stipendio da sei mesi. È l’incredibile storia raccontata da Il Piccolo.

Sessanta lavoratori in tutti, divisi tra operatori per l’assistenza alla persona, magazzinieri, mediatori culturali, linguistici e legali che da ottobre attendono di essere pagati, ma devono continuare a fronteggiare le spese di ogni giorno. Una situazione di difficoltà che ha innescato la solidarietà degli immigrati all’interno della struttura che nel loro piccolo hanno provato a dare il proprio contributo.

L’aneddoto di Giorgia, una dipendente della Cooperativa, è tristemente illuminante: «Un richiedente asilo, consapevole delle nostre difficoltà, ha voluto pagare le merendine che mio figlio si porta a scuola. E voleva darmi anche i soldi per un paio di pantaloni. “Mi ha detto: prenditili tu, stai peggio di me in questo momento”…».

Ma c’è chi è talmente disperato che avrebbe voluto portarsi a casa i pasti del Cara. Invece per regolamento i pasti non consumati vanno buttati «ma magari prendiamo un po’ di frutta o acqua rischiando di venire ripresi». Hanno un po’ di comprensibile pudore ma poi confessano: «Spesso quei ragazzi ci offrono del loro cibo, pasta o altro…» E per una questione di dignità non vanno oltre.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -