Giappone: proteste contro la costruzione della nuova base USA

Condividi

 

 

La popolazione di Nago in Giappone protesta contro la costruzione di una nuova base militare statunitense, al centro di un diverbio tra Tokyo e il governo regionale di Okinawa.

L’esecutivo nazionale ha sospeso il blocco dei lavori ordinato dal governatore Takeshi Onaga la settimana scorsa, permettendo così la continuazione dell’operazione di trasloco della base statunitense da Futenma verso la zona costiera, meno popolata, di Nago.

Il governo vuole restituire i terreni di Futenma agli abitanti che denunciano disturbi sonori, rischi di incidenti ed episodi di criminalità.

Onaga, al potere dallo scorso novembre, si oppone alla base di Nago denunciando i danni alla barriera corallina. Gli Stati Uniti hanno deciso il trasferimento nel 1996, l’approvazione è arrivata due anni fa dal predecessore di Onaga.

giappone-no-base-USA

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -