Isis: 9 ragazzini tagliano la testa agli sciiti in Siria

isis-ragazzi

 

Nove ragazzini reclutati dallo Stato Islamico si sono resi responsabili della decapitazione di nove musulmani sciiti: lo ha reso noto l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, sostenendo che l’Isis ha diffuso un video in cui mostra i nove minorenni che mozzano il collo delle loro vittime, tutte maggiorenni. Le vittime erano accusate di appartenere all’Islam sciita, principale nemico dei jihadisti sunniti di Isis. I minorenni, otto dei quali appaiono incappucciati, erano anche armati con fucili automatici.

Mattarella: contro il terrorismo serve una risposta culturale, non militare

La ong non chiarisce quale sia la zona ne’ il momento in cui siano state realizzate le esecuzioni. Un portavoce dell’Isis nel video aggiunge che la sua organizzazione non dimentichera’ quello che, negli anni ’80, compi’ “l’empio regime sciita” (un riferimento al governo di Damasco) con i musulmani della citta’ di Hama: “Non dimenticheremo nessuna goccia del sangue dei musulmani che fu versato in questa terra benedetta”. Il riferimento e’ al massacro compiuto dal regime dell’allora presidente siriano, Hafez al-Assad, il padre dell’attuale ‘rais’, Bashar nel 1982 per soffocare una ribellione del gruppo islamista siriano dei Fratelli Musulmani.

Secondo l’Osservatorio, lo Stato Islamico dall’inizio dell’anno ha reclutato almeno 400 minori nelle zone che controlla in Siria. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -