Schiavizzare gli adulti non basta, ora vogliono anche i ragazzini

poletti-giannini

 

Dopo la mezz’ora di lavoro gratuito ed il microchip nelle scarpe o nei caschi dei lavoratori, si passa all’assalto della scuola, dove c’è mano d’opera giovane da sfruttare e schiavizzare.

Fincantieri, “No ai microchip nelle scarpe previsti dal jobs act”. Lavoratori in sciopero

“Come ci siamo detti con il ministro Poletti credo che questa mitopoiesi (chi non ha le idee chiare usa spesso parole inconsuete, anche senza conoscerne il significato, per impressionare la platea) della vacanza lunga o del lavoro a tutti i costi è stata costruita e non pensata né da lui, né da nessuno di noi”. Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione, Stefania Gianni a margine dei lavori del convegno su Expo a Palazzo Vecchio di Firenze.

I figli del ministri Poletti, a detta del padre, d’estate scaricavano cassette al mercato.  Lo diciamo per mettere in evidenza di che cosa intendono parlare questi improvvisatori prestati alla politica,  quando blaterano di “persorso formativo” dei ragazzi.

“Quello che voglio dire è che noi stiamo seriamente, concretamente avviando con un disegno, la cultura dell’alternanza scuola-lavoro, anche possibile nell’autonomia delle scuole nei periodi in cui non c’è attività didattica, dunque in estate” ha spiegato Giannini.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -