Clandestini in rivolta sequestrano l’agriturismo che li ospita

immigr

 

Borgo Priolo-  In rivolta almeno metà degli 80 migranti ospitati nell’agriturismo ‘La Torretta’ di Borgo Priolo, in provincia di Pavia.

Ieri una quarantina di stranieri di varie nazionalità ha inscenato una protesta bloccando l’accesso alla struttura apponendo una catena con la quale è stato chiuso il cancello dell’ingresso, impedendo di fatto entrata e uscita a chiunque. Poichè la situazione si presentava difficile da gestire, sono stati chiamati i carabinieri, che sono riusciti finalmente a portare un po’ di ordine. Tre immigrati sono stati denunciati.

La protesta è scattata perché gli stranieri, in fuga dalla fame e dalla guerra, sono scontenti degli alloggi, del cibo e dell’isolamento in cui si trova la struttura. La scintilla è stata poi la decisione della proprietà dellagriturismo di licenziare alcuni addetti alle pulizie. Insomma i cosiddetti “ospiti” che mai si sognerebbero di rimboccarsi le maniche per collaborare nella pulizia o altro, hanno temuto che l’ospitalità sarebbe peggiorata. Di qui la protesta.

 



   

 

 

1 Commento per “Clandestini in rivolta sequestrano l’agriturismo che li ospita”

  1. MENO MAKLECHE ABBIAMO UN MINISTERO DEGLI INTERNI CHE CON IL SUO CAPO NON MANCA DI RASSICURARCI PER TV. CONTRO I PREPOTENTI.!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -