Roma in preda alla criminalità, cittadini si organizzano: la sicurezza è “fai da te”

nomadi

 

Roma – Montesacro, ronde e Vigilantes: la sicurezza è “fai da te”?

Gruppi WhatsApp, sentinelle civiche per riappropriarsi delle strade dei quartieri e poi l’idea – l’ultima in ordine cronologico – di assumere dei Vigilantes. La sicurezza a Montesacro sembra andare verso il “fai da te”.

Episodi di piromania, furti negli appartamenti e ruote delle automobili asportate nel cuore della notte preoccupano i residenti che già nelle settimane passate, a cominciare dal Valli e Settebagni, avevano lanciato l’idea di istituire dei turni di sorveglianza in strade e piazze per far sentire la presenza degli abitanti e così allontanare i balordi.

Accanto alle “ronde”, che agirebbero ovviamente nel pieno rispetto delle norme stabilite in materia di sicurezza pubblica, ecco di recente l’idea di autotassarsi per pagare dei Vigilantes.

“Nel III Municipio continuano inarrestabili le scorribande dei soliti noti: i furti nelle case, nei negozi, nelle scuole, nelle parrocchie, nei centri anziani, nei garage e nelle auto sono ormai all’ordine del giorno, il continuo proliferare degli insediamenti abusivi e la crisi sistemica che il Paese sta attraversando costituiscono il terreno di coltura che consente il proliferare della criminalità” – spiega Francesco Filini, esponente di FdI a Piazza Sempione, riportando le intenzioni dei cittadini e chiedendo maggiori risorse per la sicurezza.

“Un tema – prosegue – per troppo tempo sottovalutato da Comune, Municipio e Governo, la situazione attuale è a dir poco allarmante e il fatto che i cittadini siano disposti ad autotassarsi deve far riflettere chi finora ha chiuso gli occhi sugli insediamenti abusivi, chi ha tagliato le risorse alle forze dell’ordine e chi permette l’invasione del nostro suolo attraverso politiche migratorie scellerate”.

Una questione, secondo Filini, che dovrebbe dunque far riflettere un’intera classe politica soprattutto sulla destinazione ultima delle tasse versate dai cittadini: insomma “perché le tasse aumentano e i servizi diminuiscono?”- si chiede schierandosi, “al di là della facile demagogia”, con l’iniziativa dei residenti perchè “sulla sicurezza delle persone non si gioca”.

Intanto nelle varie zone, all’interno dei Comitati e sui social network la discussione è più che mai viva. Da Città Giardino, passando per Serpentara, Valmelaina e Colle Salario le istanze sono sempre le stesse: “Quartieri più sicuri e lotta all’illegalità”.

montesacro.romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -