Isis: sgominata ‘cellula’ in Italia, presi due albanesi e un marocchino

 

polizia-digos

Una cellula di estremisti islamici che operava tra l’Italia e i Balcani e’ stata smantellata dalla Polizia di Stato. L’operazione denominata “Balkan connection” e’ stata coordinata dal servizio centrale antiterrorismo della direzione centrale della Polizia di Prevenzione/Ucigos e condotta dalla Digos di Brescia con il concorso delle questure di Torino, Como e Massa Carrara.

Secondo quanto appreso, la cellula di estremisti islamici era dedita al reclutamento di aspiranti combattenti e al loro instradamento verso le milizie dello Stato Islamico.
La complessa operazione in corso da questa mattina ha portato l’autorita’ giudiziaria di Brescia ha emettere tre ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini albanesi, zio e nipote, il primo residente in Albania e l’altro in provincia di Torino, nonche’ a carico di un 20enne cittadino italiano di origine marocchina, anch’egli residente in provincia di Torino. I primi due sono indagati del reato di reclutamento con finalita’ di terrorismo, il terzo di apologia di delitti di terrorismo, aggravata dall’uso di internet.

Intanto sono in corso diverse perquisizioni in Lombardia, Piemonte e Toscana nei confronti di alcuni simpatizzanti del Califfato emersi nelle indagini.
Infine, personale del servizio centrale antiterrorismo, della questura di Brescia e del servizio di cooperazione internazionale di Polizia sta operando in Albania, nella regione di Tirana.(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -