Equitalia: ‘No’ al pagamento ridotto, Terme di Stabia fallite. 200 lavoratori a casa

Condividi

 

Il Tribunale di Torre Annunziata ha respinto la richiesta di concordato avanzata dal Comune di Castellammare di Stabia per evitare il fallimento delle Terme.

stabia

 

Il Tribunale ha dichiarato  – come riporta lostrillone.tv – la ”non fattibilità giuridica” del concordato richiesto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Cuomo, a causa del voto contrario di Equitalia che non ha accettato la proposta di pagamento ridotto dei crediti vantati come tributi non versati dall’azienda.

Il sindaco Nicola Cuomo ha immediatamente convocato i consiglieri di maggioranza, un tavolo al quale parteciperanno anche i sindacati dei lavoratori che hanno indetto un presidio davanti al Comune. Sono circa 200 gli ex termali colpiti dal fallimento, sia per gli stipendi pregressi non percepiti, sia per l’imminente scadenza della cassa integrazione, il 30 maggio, dopo di che si prospetta il licenziamento. Una trentina di lavoratori stanno già protestando davanti alla sede del Comune. Alcuni di loro chiedono le dimissioni del sindaco e, nel frattempo, hanno annunciato una class action.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -