Messina: stalliere stupra e uccide una cavalla, marocchino incastrato da un video

Si chiamava Tafna ed era una bellissima cavalla. Vittima della crudeltà umana e di chi aveva il compito di accudirla.

cavalla

Una storia terribile ed abominevole di maltrattamenti che arriva da Messina, dove un uomo è accusato di avere abusato sessualmente, anche con oggetti, di una cavalla fino alla morte. E ci ha pensato un video a riprenderlo durante le sevizie all’animale ed inchiodarlo.

Come scrive il giornale, per una tale brutalità è stato accusato lo stalliere della cavalla. Secondo quando riporta la Lega antivivisezione, riconosciuta oggi parte civile contro il trentaduenne di origine marocchina, Tafna era incinta e gli abusi hanno determinato “il distacco della placenta, l’aborto e infine la morte” dell’animale. L’uomo è stato accusato di maltrattamenti e danneggiamento. Il pm Liliana Todaro ha chiesto la citazione diretta a giudizio presso il tribunale di Messina per stabilire le responsabilità dell’uomo nel decesso dell’animale.

“Una vicenda di inaudita gravità ed efferata violenza, con epilogo mortale”, scrive la Lav. “Ad inchiodare il colpevole sono le sequenze video di alcune telecamere interne che avrebbero ripreso gli abusi sessuali: per il colpevole chiediamo il massimo della pena, sebbene nulla potrà “riparare” alle sofferenze e alla morte inflitte con tale sadismo”.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -