Nel biglietto “non c’è speranza di futuro migliore”. Imprenditrice 59enne si impicca

cappio-suicidio

 

Suicidio a Fontaniva, Padova – La crisi e le difficoltà economiche, all’origine del gesto disperato di una donna di 59 anni, il cui corpo senza vita è stato rinvenuto, nella tarda serata di domenica, nella sua abitazione a Fontaniva, dove ha anche sede la ditta di autotrasporti di cui era titolare, insieme al fratello.

SI UCCIDE PER LA CRISI. Si è suicidata impiccandosi con una corda attaccata ad una trave del sottotetto. Una decisione estrema, probabilmente dovuta ad uno stato di forte depressione legato all’andamento economico della sua azienda. In un biglietto, lasciato ai familiari, la 59enne, oltre a chiedere scusa, ha anche scritto di avere abbandonato le speranze di un futuro migliore, dopo un anno economicamente molto duro. Sul posto i carabinieri di Cittadella per i rilievi di rito. La salma è stata consegnata ai familiari per le esequie

padovaoggi.it



   

 

 

2 Commenti per “Nel biglietto “non c’è speranza di futuro migliore”. Imprenditrice 59enne si impicca”

  1. Condoglianze alla famiglia

  2. Giancarlo Orini

    Io ho questa idea che forse può salvare qualcuno dalla scelta di suicidarsi. Fosse anche una sola persona sarebbe già un grande risultato. Se chi se ne intende ed è capace e ha tempo e voglia si potrebbe dare il via all’ “Albo dei suicidi virtuali”, che consisterebbe nella raccolta e pubblicazione delle motivazioni , delle riflessioni e quant’ altro alberga nella mente di coloro che sono tentati dal “folle gesto”. Su detto albo in forma anonima o anche esplicita , ognuno può esternare i propri propositi. Idea bizzarra ? allora lasciamo perdere !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -