Santa Sede: genialità di Francesco, Giubileo anche per non credenti e non cristiani

Papa-Francsco-Moschea-Blu

 

Ecco perché Papa Francesco ha voluto il Giubileo straordinario

“Il Giubileo del 2000 fu l’evento principe con cui Wojtyla traghettò la Chiesa nel terzo millennio. Ci furono eventi liturgici, spettacoli, meeting. Non credo che per il Giubileo della Misericordia sarà la stessa cosa. Immagino che sarà un anno di meditazione, di riflessione sul senso del peccato e del perdono, alla luce della misericordia di Dio. Forse non ci saranno grandi raduni”. A dirlo il cardinale Walter Kasper, stretto collaboratore di Bergoglio, in tre interviste a Repubblica, Mattino e Avvenire.

PER CRISTIANI E NON – “Il Giubileo sarà per il Papa una importantissima occasione di plasmare la Chiesa universale al senso della Misericordia Divina. Questo nuovo Giubileo potrà servire molto a credenti non credenti, cristiani e non cristiani, a recuperare il senso dell’ amicizia, dell’ ascolto e del perdono reciproco. E’ qui la genialità dell’annuncio di Francesco“, osserva Kasper.

SVOLTA STORICA – “Il Giubileo della Misericordia apre nella Chiesa, in maniera ufficiale, il capitolo della teologia del cuore. E’ una svolta storica contro le divisioni nella Chiesa. Si attualizza così la lezione di Giovanni XXIII nel suo discorso di apertura del Concilio Vaticano: oggi la Chiesa, disse il Papa buono, preferisce usare la medicina della misericordia piuttosto che quella della severità”.

IL GIUBILEO – L’apertura del prossimo Giubileo, sottolinea una nota della sala stampa della Santa Sede, avverrà nel cinquantesimo anniversario della chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, nel 1965, e acquista per questo un significato particolare spingendo la Chiesa a continuare l’opera iniziata con il Vaticano II. Nel Giubileo, prosegue la nota della sala stampa, le letture per le domeniche del tempo ordinario saranno prese dal Vangelo di Luca, chiamato “l’evangelista della misericordia”. Dante Alighieri lo definisce “scriba mansuetudinis Christi”, “narratore della mitezza del Cristo”. Papa Francesco ha affidato al Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, l’organizzazione del Giubileo della Misericordia. Gli Anni Santi ordinari celebrati fino ad oggi sono 26. L’ultimo è stato il Giubileo del 2000. La consuetudine di indire giubilei straordinari risale al XVI secolo. Le Porte Sante delle altre basiliche verranno aperte successivamente all’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro.

today.it



   

 

 

1 Commento per “Santa Sede: genialità di Francesco, Giubileo anche per non credenti e non cristiani”

  1. Penso che questo Papa, non prima d’aver fatto molti danni, finirà nel girone dei vanitosi, egli infatti vorrebbe essere il Papa di tutte le religioni, incurante del fatto che alcune religioni pratichino insegnamenti opposti al cristianesimo, ma che problema è?! Basta cancellare la parola di Cristo e sostituirla con quella di Bergoglio, chiamandola “modernità”, affinchè questo Papa possa compiacersi di essere adorato da tutte le genti e se per far questo dovrà lasciar lapidare un’adultera o sgozzare un apostata “chi è lui per giudicare”.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -