Legalizzazione della marijuana: in Parlamento proposta Pd, M5S e Sel

pci

 

Nasce, con l’adesione di 60 parlamentari in buona parte del Pd, l’intergruppo che lavorerà ad una proposta di legge per regolamentare l’uso della marijuana anche in Italia. Una proposta “pragmatica e non ideologica”, che punta a sottrarre denaro alla criminalità organizzata e che “prende atto del fallimento del proibizionismo”, è il senso che il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova dà all’iniziativa che vede proprio il senatore come principale promotore.

Il punto di partenza, per una battaglia che vede i Radicali (in cui militava lo stesso della Vedova) in campo da qualche decennio, è la recente relazione al Parlamento della Direzione nazionale antimafia, tranchant nel suo giudizio: “si ha il dovere di evidenziare che, nonostante il massimo sforzo profuso dal sistema nel contrasto alla diffusione dei cannabinoidi, si registra il totale fallimento dell’azione repressiva”. Da qui, perciò, comincerà il lavoro di un intergruppo che vede tra i suoi membri deputati e senatori della maggioranza (tra gli altri Roberto Giachetti e Giuditta Pini) e della minoranza Pd (da Pippo Civati a Nico Stumpo) oltre esponenti del M5S, di Sel e del Misto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -