“Lombardia, cure gratis agli immigrati per 100 mln di euro e lo Stato non paga”

ticketCure gratis agli immigrati: “E la Lombardia aspetta 100 milioni”

Sei mesi di cure gratis. O meglio garantite dallo Stato, che dovrebbe poi rimborsare i soldi spesi alle Regioni. Dovrebbe, appunto. Perché secondo quanto denuncia Matteo Salvini dalla sua pagina Facebook e dai microfoni di Radio Padania, la Regione Lombardia sta ancora aspettando cento milioni di euro che sono stati “investiti” per prestare le cure agli “immigrati clandestini”.

“Ho messo su Facebook una notizia incredibile – ha tuonato in mattinata il segretario del Carroccio in collegamento con la radio leghista – La sanità lombarda sta aspettando invano dallo Stato cento milioni di euro per le cure prestate agli immigrati clandestini”.

E, in effetti, sulla sua pagina Facebook, pochi minuti prima, Salvini aveva affrontato il problema senza troppi giri di parole. “Gli immigrati clandestini hanno “diritto” ad essere curati gratis – ha scritto il numero uno leghista – Regione Lombardia ha speso oltre cento milioni di euro per queste cure e visite, soldi che lo Stato dovrebbe rimborsare. Ma lo Stato – ha denunciato Salvini – non ha ancora rimborsato una lira”.

Quindi, ecco la soluzione. Almeno per il segretario leghista. “Fosse per me, da domani mattina sospenderei qualsiasi prestazione ai clandestini, finché qualcuno pagherà. Per qualcuno sarà razzismo, per me è giustizia e buon senso. Vi piace?”

milanotoday.it



   

 

 

2 Commenti per ““Lombardia, cure gratis agli immigrati per 100 mln di euro e lo Stato non paga””

  1. Nel regime comunista italiano, pensano che la Lombardia sia ricca e non ha bisogno di soldi. Pensano che i terremotati dell’Emilia, non abbiano bisogno di aiuti, perchè sono ricchi.

  2. detraiamoli dallo stipendio della Boldrini e compagni PD e dai fondi che lo stato versa annualmente al vaticano. Forse cambiano idea anche nel dare del razzismo alla lega.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -