Quale blocco navale? L’ONU vuole una nuova operazione di soccorso clandestini

L’Unhcr (ONU) vuole istituire un secondo Cimiterraneo. Non bastano 470 morti in 2 mesi.

cimiterraneo

 

Dall’inizio dell’anno hanno contato solo 470 (ma sarebbe più esatto aggiungerci uno zero) clandestini che a causa della loro complicità hanno perso la vita o che sono scomparsi nel Cimiterraneo.

Nello stesso periodo dell’anno scorso ne hanno contati solo 15: lo rende noto l’Unhcr, che vive su queste disgrazie ed ha inviato alla Ue una serie di proposte per affrontare il problema dei clandestini e dei presunti rifugiati che ‘invitati, stimolati, istigati e forzati’ da coloro che nessuno, dall’Onu alla Nato, dalla Ue all’Oci, cerca di contrastare e combattere, cercano di raggiungere l’Europa.

L’Unhcr invece di evitare le partenze (ma questo non produrrebbe business) chiede all’Ue di istituire un’operazione di ricerca e soccorso nel Cimiterraneo simile a quella vergognosa operazione ‘Mare Nostrum‘ che ha permesso di strumentalizzare il ‘salvataggio’ di decine di migliaia di clandestini e presunti profughi fregandosene delle centinaia di migliaia che che hanno ‘governato’ il nostro pescato (e non di meno, dove giravano soldi a iosa) e udite udite la preoccupazione dell’Unhcr sarebbe quella di compensare così le perdite delle compagnie di navigazione coinvolte.

Armando Manocchia  @mail



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -