Tor Sapienza: riesplode la protesta contro il centro immigrati, cassonetti in fiamme

torsapienza

 

Roma, Tor Sapienza, cassonetti incendiati e proteste per centro immigrati
Monta di nuovo la protesta a Tor Sapienza, quartiere alla periferia est di Roma teatro mesi fa delle forti tensioni tra residenti e immigrati del centro rifugiati. Nel pomeriggio sono stati dati alle fiamme alcuni cassonetti, e si è ridestata la preoccupazione tra i residenti del quartiere.

L’assessore alle Politiche Sociali, Francesca Danese, getta benzina sul fuoco  «È una sconfitta per la città intera», ha detto raggiungendo in serata il quartiere. «E ora queste persone sono costrette a fare di nuovo le valige – dice la Danese -, vittime dell’ennesima provocazione, di strumentalizzazioni che a mio avviso arrivano da destra. Non se lo meritano loro e non se lo merita il quartiere. Spero che la città sappia essere più accogliente».

«La rabbia qui non si è mai sedata – rispondono i residenti -, c’è solo una calma apparente con una tensione che si taglia con il coltello». . «Spiegheremo le nostre ragioni – dicono -, siamo esasperati e non riusciremo a contenere troppo a lungo la rabbia che cova nel silenzio apparente». .



   

 

 

1 Commento per “Tor Sapienza: riesplode la protesta contro il centro immigrati, cassonetti in fiamme”

  1. Il problema è proprio l’assessore !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -