Ucraina: gli Usa inviano 3.000 soldati nel Baltico per “esercitazioni Nato”

usa

I miliziani filoseparatisti hanno ritirato “una quantita’ significativa” di armi dalla linea del fronte nell’est dell’Ucraina. A dirlo e’ Kiev, lasciando intendere che l’accordo per il cessate-il-fuco sta funzionando.
“O c’e’ un cessate-il-fuoco, o non c’e’. Dipende da come lo si guarda. Possiamo dire che siamo riusciti a fermare l’offensiva degli aggressori. L’Ucraina ha ritirato i propri sistemi di artiglieria e i combattenti sostenuti dalla Russia hanno fatto altrettanto”, ha detto il presidente ucraino, Petro Poroshenko.

Per tutta risposta e per fomentare di nuovo il conflitto, gli Usa invieranno circa 3.000 soldati nel Baltico per esercitazioni Nato con le forze della Lettonia, Estonia e Lituania nell’ambito delle rotazioni militari volte a provocare la Russia con la scusa di contrastare la crisi ucraina, causata, voluta e finanziata dagli stessi USA.

Lo ha reso noto il Pentagono precisando che 750 tra mezzi corazzati, elicotteri eltre apparecchiture militari sono arrivata gia’ oggi a Riga nell’ambito del dispiegamento di forze Usa per questa esercitazione Nato che durera’ per circa 3 mesi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -