GB, Cameron: la piaga della pedofilia e’ “una minaccia alla sicurezza nazionale”

pedofilia-gb

 

Secondo il premier David Cameron la pedofilia rappresenta per la societa’ britannica una “minaccia alla sicurezza della nazione” come il crimine organizzato. Per questo Cameron illustrera’ oggi una serie di misure che il governo intende assumere per porre fine a questa piaga, assurta vera e propria emergenza dopo la scoperta di migliaia di casi di abusi sessuali commessi su minori nel passato ma anche piu’ recentemente.

Classificare la pedofilia come come una “minaccia alla nazione” creera’ per la polizia locale l’obbligo di collaborare (nei mesi scorsi sono emersi episodi di denuncie di violenze su minori di fatto ignorate dalle forze dell’ordine) a livello nazionale per la sicurezza dei bambini. Il premier proprorra’ a tal proposito anche di infliggere pene severe al personale pubblico che si sara’ dimostrato incapace di proteggere i bambini dagli abusi. Lo ha chiarito Downing Street aggiungendo che Cameron annuncera’ anche misure per migliorare a livello nazionale il coordinamento tra i diversi rami dell’amministrazione dello Stato e linee telefoniche per incoraggiare gli informatori a denunciare i casi di violenze su minori.

“Siamo stati tutti sconvolti dagli abusi sofferti da cosi’ tanti giovani a Rotherham (GB: 1400 bambine stuprate da immigrati, le autorità tacevano per non sembrare razziste scandalo emerso nel 2014) ed in altri luoghi nel Paese”, dira’ Cameron in base agli estratti del suo interventi fatti filtrare dal suo ufficio: “I bambini sono stati ignorati, talvolta incolpati ed il problema e’ stato nascosto sotto il tappeto spesso per un distorto ed errato senso della correttezza politica. La cultura della negazione che li ha lasciati cosi’ malamente soli va sradicata”.

pedofilia-gb2

Solo ieri la polizia ha incriminato 10 uomini con l’accusa di abusi sessuali, che hanno visto coinvolti anche bambini a Rochdale nel nord dell’Inghilterra.
savileMa gli ultimi 2 anni sono stati una vera ‘via crucis’ di vergogna nazionale per la Gran Bretagna con uno stillicidio di rivelazioni su come la pedofilia sia diffusa e a tratti endemica nel Regno Unito. Si e’ partiti a fine 2012 con lo scandalo del dj-presentatore Jimmy Saville, morto l’anno prima, che negli anni 70 e 80, anche con la complicita’ dei dirigenti della Bbc che non lo denunciarono, abuso’ di centinaia di minori. Alcuni anche disabili ricoverati in ospedali.

La scorsa estate e’ emersa la rete di pedofili – cui si riferiva Cameron – attiva a Rotherham, nel nord dell’Inghilterra, dove qualcosa come 1.400 tra bambine e bambini, anche di 11 anni, sono stati violentati tra il 1997 e il 2013 da bande prevalentemente di asiatici.
Alla fine dell’anno, infine, l’orrore massimo: una rete di autentici orchi, cui appartenevano deputati e membri della ‘ruling class’ britannica, che negli anni ’80 in un complesso di appartamenti di Londra riservati ai parlamentari stuprarono ed arrivarono ad uccidere bambini anche di 10 anni nel parossismo della violenza. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -