“Combattente italiano dell’Isis ucciso in Siria”

italiano-isis

 

Una notizia che arriva da lontano e per questo motivo difficile da verificare. Secondo il giornalista Toni Capuozzo un combattente di origini veneziane sarebbe stato ucciso a Kobane, in Siria, per mano di una donna cecchino che stava combattendo le milizie dell’Isis. Il giovane, dunque, nel recente passato si sarebbe arruolato nelle file delle truppe fedeli ad Abu Bakr al-Baghdadi, imbracciando le armi e andando a combattere in Medio-Oriente.

“Fonti dello Stato Islamico annunciano sui social network la morte di un italiano – dichiara Capuozzo, una notizia ripresa anche dal Tg di La7 – L’uomo era conosciuto con il nome di battaglia di Abo’u Izat Al-islam e si era unito alle forze dello Stato Islamico da circa due mesi quando sarebbe rimasto ucciso ai primi di febbraio da forze peshmerga”. Dunque la notizia viene in primis annunciata da fonti dell’Isis, secondo cui il presunto ihadista era originario di Venezia: “La morte risalirebbe al tre febbraio e ad ucciderlo sarebbe stato un cecchino curdo donna”, conclude il giornalista, che sottolinea in un secondo post (con tanto di foto) che il nome di battesimo del miliziano sarebbe Francesco.

veneziatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -