Roma: volante della polizia in mano ai nomadi che postano il video su facebook


La volante della polizia in mano ai nomadi. L’auto sfreccia vicino al campo della Massimina, almeno secondo quanto dice la giovane sul video. I ragazzini la rincorrono. Lo scrive il messaggero

Al volante c’è uno degli uomini del campo, con a fianco una donna e sui sedili posteriori altri tre bambini. L’autopattuglia si ferma e il nomade fingendosi poliziotto urla perentorio agli amici che lo riprendono scherzando: «Ao che c…. fare eh?», imitando un’azione di polizia condita da uno spiccato accento romanesco. Il video finisce su Facebook, postato sul profilo della figlia.

L’Alfa Romeo della squadra volanti sgomma tra lo stupore generale, passando accanto a due operatori con indosso una divisa fluorescente, tipo quelle in dotazione agli autisti dei carri attrezzi. Poco distante una bisarca con un’altra auto della polizia caricata sul pianale. Cosa sta succedendo al campo nomadi della Massimina. Le auto della polizia finiscono in mano ai rom? Sono state prese da un’autorimessa? Da un deposito? Fatto sta che come è finita in mano a loro, la volante poteva essere presa da qualcun altro ed essere usata per una rapina o peggio ancora un attentato.

Troppo facile sarebbe, per chiunque, raccattare un paio di divise della polizia, magari di quelle cinesi (come quelle sequestrate dalla Finanza l’altro giorno) e infilare le strade del centro che portano ai ministeri, o agli obiettivi sensibili.

AGGIORNAMENTO

Qualcuno dei soliti impediti che affollano il web fa notare che l’auto non sarebbe un veicolo autentico della polizia, ma una macchina adattata per finzioni sceniche. La differenza è poca, anche se non tutti possono afferrarla: si tratta sempre di un abuso, uno sfregio e di un oltraggio alla Polizia di Stato. Per non parlare dell’uso che qualche malintenzionato (non i nomadi, per carità!!) potrebbe fare di queste auto.

[dividers style=”4″]

“In merito al video, pubblicato sul social network “Facebook”, dove viene ripresa una macchina della Polizia di Stato, guidata da un cittadino con accento straniero che “scorrazza” su un piazzale, si comunica che si tratta di macchine sceniche per riprese cinematografiche non in carico alla Polizia di Stato”. Lo precisa la Questura di Roma dopo le polemiche per il video ‘postato’ su facebook dove si vede un’autovettura con la livrea della Polizia di Stato guidata da un nomade.

La Questura ha inoltre reso noto che gli accertamenti hanno permesso di individuare immediatamente la societa’ proprietaria del veicolo che ha “ogni responsabilita’ di custodia e vigilanza. “Alla luce di quanto avvenuto – ha precisato la Questura di Roma – sono gia’ state avviate le procedure finalizzate all’applicazione delle sanzioni previste e alla possibile revoca della licenza della societa’ in oggetto. E’ inoltre previsto l’avvio di un’azione legale a tutela dell’immagine della Polizia di Stato e di richiesta risarcimento per il danno subito.

Sara’ anche sottoposto al vaglio dell’autorita’ giudiziaria l‘eventuale responsabilita’ di quanti abbiano concorso nel diffondere le informazioni non corrispondenti al vero partecipando al danno di immagine“. Nel video si vede un’Alfa 159 della polizia che sfreccia per le strade della Capitale, a bordo della vettura ci sono 5 ragazzi nomadi, tra cui una donna che incita gli altri a registrare tutto e l’uomo al volante che gioca a fare il poliziotto.

nomadi-su-auto-polizia



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -