Libia, Pinotti: No a tamburi di guerra, ma siamo pronti con più di 5mila uomini

pinotti

 

“Nessuno vuole battere i tamburi di guerra e nessuno ha delle volontà di interventismo, ma una Libia in guerra può diventare un altro punto di forza del Califfato: non voglio farmi mettere l’elemetto, ma dobbiamo aiutare la Libia e la diplomazia deve sentirne l’urgenza in questo momento”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervenendo alla trasmissione di Rai1 Porta a Porta.

“L’Italia è pronta contro la minaccia dell’Isis a assumersi le sue responsabilità: ho ricordato che in Afghanistan abbiamo mandato 5mila militari, ma possiamo avere anche più di 5mila uomini, dipende dalle esigenze e dal tipo di missione: siamo in grado di rispondere a situazioni diverse, anche impegnative e rappresentare l’Italia come un paese che non è in grado di difendersi è sbagliato”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervenendo alla puntata di Porta a Porta su Rai1.

Il ministro ha ricordato che “di fronte all’orrore di queste esecuzioni e al problema di una Libia fuori controllo il rischio di propagarsi dell’Isis è una realtà: dobbiamo pensare a come difenderci in generale, prima di tutto – ha concluso – per aiutare le popolazioni che sono su quel terreno”.

Riguardo a una futura coalizione tra Occidente e paesi arabi per combattere con un contingente militare l’Isis in Libia “le ipotesi sono molte, ma sentendo gli attori locali quella piu’ privilegiata e’ che sul terreno ci siano truppe dei paesi dell’area“.  La presenza dei militari occidentali, ha ribadito il ministro, “dipendera’ dal tipo di operazione: se c’e’ un accordo tra i libici la coalizione internazionale potra’ aiutare secondo le necessita’, ad esempio nell’addestramento e nella copertura aerea, ma tutto in un quadro di legittimita’ internazionale”



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -