Iraq: 45 agenti bruciati vivi da Isis. Rapiti altri 35 cristiani copti in Libia

pilota-giordano4

 

I terroristi dello Stato Islamico hanno arso vive 45 persone ad al Baghdadi, nell’Ovest dell’Iraq. Lo ha reso noto il capo della polizia locale. Secondo il colonnello Qasim al Obeidi molte delle vittime facevano parte delle forze di sicurezza. I combattenti dell’Isis hanno assunto il controllo della maggior parte della città, vicino alla base aerea di Ain al Asad, la settimana scorsa. Obeidi ha riferito che una residenza che ospita le famiglie del personale di sicurezza e autorità locali è sotto attacco. Ha invocato l’aiuto del governo e della comunità internazionale.

A inizio mese, l’Isis aveva pubblicato un video che mostrava i terroristi bruciare vivo un pilota dell’aviazione giordana, il cui aereo era stato abbattuto a dicembre in Siria.

Intanto, altri 35 egiziani sono stati rapiti in diverse aree della Libia controllate dai gruppi islamisti dello Stato islamico e di Ansar Al Sharia, secondo quanto riporta il quotidiano Libya Herald . Secondo il Libya Herald alcuni cittadini egiziani, per lo più lavoratori agricoli, sarebbero stati rapiti ieri da gruppi di uomini armati nella zona di Derna, città controllata dall’Isis, in rappresaglia ai raid egiziani. All’inizio si credeva che fossero solo 7, ma in seguito il numero è salito a 35.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -