Pozzallo: sbarcano 280 clandesitini, uno ha ferite di arma da fuoco

Condividi

 

sbarchi

 

A Pozzallo, nel ragusano, sono sbarcati i 280 migrati dalla nave ‘Spica’ della Marina militare, soccorsi nel Canale di Sicilia. Sono tutti uomini di provenienza sub sahariana. Tra loro un giovane, il primo a scendere, con ferite di arma da fuoco alla gamba. La polizia di Stato lo ha interrogato.

Secondo una prima ricostruzione contro l’extracomunitario sarebbe stati esplosi colpi di arma da fuoco da trafficanti sulle coste della Libia per costringerlo a salire sui gommoni. Anche un altro migrante è ferito: ha due falangi di un dito della mano fratturate. Entrambi i feriti sono stati ricoverati in ospedale. Le loro condizioni sono stabili e non destano preoccupazioni.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -