Isis avanza in Libia, controlla 3 radio a Sirte e ordina alla popolazione di sottomettersi

Isis arriva a Derna, Libia

 

L’organizzazione dello Stato islamico (Is) ha preso il controllo la notte scorsa di alcune radio locali nella città libica di Sirte, 450 chilometri a ovest di Tripoli. E’ quanto affermano gli attivisti e i siti di notizie locali, secondo cui l’Is avrebbe trasmesso da quelle emittenti i discorsi del suo autoproclamato emiro, Abu Bakr al-Baghdadi, e quelli del suo portavoce, Abu Muhammad al-Adnani.

Radio Sirte, radio Macmadas e Al-Turathiya hanno diffuso un discorso di Baghdadi nel quale ordina alla popolazione di Sirte di sottomettersi“, hanno riferito i media locali. Secondo alcuni attivisti, questo discorso è estratto dal ‘sermone’ con cui Baghdadi annunciava la nascita del califfato alcuni mesi fa, e non è stato scritto specificatamente per la popolazione di Sirte.

Gli attivisti riferiscono inoltre sui social network che alcune radio locali hanno trasmesso il Corano salmodiato e inni allo Stato islamico. In precedenza, l’Is aveva chiuso l’Ufficio passaporti di Sirte impadronendosi dei timbri e delle apparecchiature, intimando ai dipendenti di “pentirsi” per non essere accusati di apostasia.

Due giorni fa, l’ex premier libico Ali Zeidan, che vive in Europa da quando, lo scorso anno, il suo governo è stato sfiduciato dal parlamento, ha affermato che la presenza dell’Is va rafforzandosi in tutta la Libia e in particolare lungo la costa del Mediterraneo. In un’intervista al Times, l’ex premier ha affermato che la fascia costiera del paese africano entro “un mese o due mesi” potrebbe essere completamente in mano ai jihadisti.

Stanno crescendo – diceva Zeidan, riferendosi ai militanti dell’Is – Sono dappertutto“. La loro presenza, secondo l’ex premier, si rafforza in alcune delle città principali della Libia, dove reclutano combattenti di gruppi islamici rivali.

Zeidan si è quindi detto “preoccupato” che l’Is sia vicino ad attestarsi lungo le coste del Mediterraneo. “Se lasciamo così la situazione per un mese o due mesi ancora – ha concluso – non credo che possiamo più controllarla. Ci sarà una grande guerra nel paese e arriverà anche in Europa”. adnkronos

Gli artefici del disastro libico

Gli artefici del disastro libico



   

 

 

1 Commento per “Isis avanza in Libia, controlla 3 radio a Sirte e ordina alla popolazione di sottomettersi”

  1. C’era chi li teneva a bada e siamo andati a farlo fuori. Questo è il risultato!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -