Detenuto egiziano non vuole rientrare in cella e manda un agente all’ospedale

CARCERI

 

Ennesima aggressione in carcere a Ivrea. Un agente di Polizia penitenziaria è stato picchiato da un detenuto egiziano di 33 anni che non voleva saperne di rientrare nella sua cella. L’insistere del poliziotto – che rientra nel suo lavoro – gli è costato un ricovero presso l’ospedale eporediese.

“Purtroppo in quel carcere l’assenza di strutture idonee per l’esecuzione della vigilanza dinamica ha aggravato le condizioni lavorative e di stress della polizia penitenziaria e ha aumentato di gran lunga il rischio a cui è sottoposto giornalmente – la denuncia di Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp, sindaco di Polizia -. Chiediamo un intervento del ministro della giustizia affinché siano ripristinate con urgenza le precedenti regole detentive”.

torinotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -