Australia, sventato attacco Isis: prevedeva una decapitazione pubblica

Condividi

 

isis-australia

 

Le autorita’ australiane hanno annunciato di aver sventato un attentato in programma per ieri a Sydney e hanno arrestato due sospetti cui e’ stata trovata una bandiera nera di Isis, un machete, un coltello e un video in arabo con le ‘istruzioni’ per effettuare l’attacco a Sydney.
L’aazione prevedeva anche una decapitazione pubblica, seguendo il modus operandi di Isis e come era previsto in altre azioni sventate in Belgio.

I sospetti si chiamano, Omar Al-Kutobi, 24 anni e Mohammad Kiad, 25, sono stati arrestati nella loro casa in un sobborgo di Sydney e sono stati incriminati con l’accusa di preparare un attacco terroristico. Appariranno in tribunale per la prima udienza domani A dicembre, sempre a Sydney, un uomo di origini iraniane, prese in ostaggio 17 persone in un caffe per 16 ore. Alla fine morirono due persone.
Il richiamo alla jihad ha fatto presa in Australia dove si ritiene che almeno ‘foreign fighters’ si siano uniti ad Isis.
(AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -