Immigrati, FDI: la Regione Toscana revochi l’assistenza a chi non accetta di lavorare

immigr-pozzallo

 

Il gruppo FdI: “Se a San Miniato i profughi non sono disposti a darsi da fare per ricambiare l’accoglienza, la comunità smetta di farsene carico gratuitamente”
“Se gli immigrati si rifiutano di lavorare gratis per ricambiare l’accoglienza che le istituzioni hanno dato, allora la comunità smetta di farsi carico gratuitamente del loro vitto e alloggio”. E’ quanto sostiene il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia e candidato governatore della Regione Toscana.

Giovanni Donzelli, commentando – insieme con i consiglieri Paolo Marcheschi e Marina Staccioli – quanto avvenuto a San Miniato, dove alcuni profughi provenienti da Gambia, Mali e Senegal hanno interrotto i lavori socialmente utili previsti dagli accordi con i Comuni in cambio dell’inserimento in strutture di accoglienza.

“Agli extracomunitari che continuano ad arrivare in diverse zone della Toscana – spiegano i tre – spesso viene chiesto di prestarsi a lavorare gratis in modo da restituire alla collettività ciò che viene loro dato in termini di vitto, alloggio e sostegno. Ma se l’idea di qualcuno è che tutto sia dovuto, quindi anche il pagamento di uno stipendio, chiediamo che la Regione e gli enti locali revochino l’inserimento in questi progetti. Se il Comune non è riuscito a convincerli, si passi ai fatti e si dia posto a persone più disposte a contraccambiare ciò che viene loro offerto”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -