Quirinale: senatore grillino vota per il condannato No Tav Alberto Perino

m5s-scibona

 

Meno voti del previsto per Federico Imposimato, il candidato del Movimento 5 stelle, anche se a pesare sono gli assenti ‘giustificati’ per malattia e maternita’. Imposimato, al primo scrutinio, ha ottenuto 120 voti mentre i parlamentari 5 stelle sono in tutto 128: ma dall’ufficio stampa M5S fanno sapere che in realta’ i voti mancanti sono soltanto 3 perche’, cosi’ viene riferito, 4 sono assenti perche’ malati – si tratta di Dadone, L’Abbate, Alberti e Nugnes – mentre la Lupo e’ in maternita’.

In realta’, nel conteggio finale c’e’ anche da considerare Gianluca Perilli, unico grande elettore del Movimento 5 Stelle, proveniente dal Consiglio Regionale del Lazio. Perilli si somma cosi’ ai 128 parlamentari M5S e il totale sale a 129: all’appello per Imposimato, quindi, alla fine mancano 4 voti.

Secondo quanto si apprende, il senatore M5S Scibona ha votato per il leader no Tav Alberto Perino, andando cosi’ contro le indicazioni della Rete.

Perino ha lavorato in banca e nel 1974 diventa sindacalista Cisl, per la quale ricopre il ruolo di segretario generale dei bancari fino al 1982. Dal 2005 è il volto di chi protesta contro l’alta velocità. Si definisce “gandhiano” . Nel febbraio 2014 la procura di Torino ha chiesto per lui 9 mesi ci carcere (stessa pena richiesta per Beppe Grillo) per la violazione dei sigilli alla baita Clarea, in Valsusa, un presidio che era stato messo sotto sequestro per abuso edilizio.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -