Rizzetto (ex M5S) pestato dai (suoi) compagni accusa un “linciaggio fascista”

 

“Un linciaggio fascista, è stato un accerchiamento fisico. Ho preso anche due botte, non so se volute o meno”. Così il deputato fuoriuscito dal Movimento 5 stelle Walter Rizzetto descrive, in un’intervista a ‘Repubblica’, la contestazione che gli ha impedito di accedere alla sede del Pd per incontrare Matteo Renzi.

“Grillo – aggiunge – dice sempre che siamo ghandiani, ieri sera abbiamo avuto la riprova”.”C’è una cosa che non capisco – continua Rizzetto -: quando va Di Maio o una delegazione del M5S da Renzi va bene, quando andiamo noi no. Scusate, qual è la differenza?”.

“Il fatto è che si tratta di una cosa che temevamo, perché sapevamo di essere sotto l’attenzione di tutti. Per questo avevamo chiesto lo streaming dell’incontro con Renzi. Una cosa del genere, però, resta pesante”, conclude Rizzetto.

m5s-rizzerto

 



   

 

 

1 Commento per “Rizzetto (ex M5S) pestato dai (suoi) compagni accusa un “linciaggio fascista””

  1. ma anche questi politicanti opportunisti e bugiardi se la vanno proprio a cercare.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -