Isis, Giordania: nessuna prova che il nostro pilota sia vivo

isis-pilota-giordano

 

La Giordania non ha ancora ricevuto le prove che il pilota militare nelle mani dei jihadisti dello Stato Islamico (Isis) sia ancora in vita, per procedere allo scambio con la donna irachena condannata a morte per complicità in un attacco suicida del 2005. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Nasser Judeh, intervistato da Christiane Amanpour della Cnn.

Il diplomatico ha confermato che il giornalista giapponese Kenji Goto fa parte dei negoziati con l’Isis, ma “la nostra priorità è il pilota”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -