Violenta la figliastra di 12 anni e seppellisce il video nel giardino di casa

violenza-su-minore

 

In provincia di Rovigo un arresto che svela una storia raccapricciante di violenza all’interno delle mura di casa.

I carabinieri della compagnia di Castelmassa hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Rovigo nei confronti di un 31enne, di origine marocchina. L’accusa è pesantissima: l’uomo è accusato di aver abusato sessualmente della figlia 12enne italiana della sua convivente.

Il Gazzettino ricostruisce la vicenda. Tutto inizia la settimana prima di Natale: la giovane racconta delle terribili violenze che subisce dal convivente della madre.

Scattano le indagini dei carabinieri. La minore viene allontanata dall’abitazione e collocata in una struttura, affidata alle cure di personale medico e di assistenti sociali specializzati. Nel frattempo le indagini proseguono e durante una perquisizione viene ritrovata, nascosta nel terreno che circonda l’abitazione della vittima, una memoria SD per telefoni cellulari contenente un filmato, girato dallo stesso aguzzino.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -