Grecia, Weidmann (Bundesbank) sbraita: il nuovo governo rispetti i patti

weidmann

 

Mentre ad Atene si attende di vedere se lo tsunami Syriza degli exit poll sara’ confermato dallo spoglio delle schede, da Berlino il presidente della Bundesbank e membro del direttivo della Bce, il ‘falco, Jens Weidmann, ritiene che Atene continuera’ ad avere bisogno di aiuti dalla troika (Bce-Ue-Fmi) e ricorda che li otterra’ solo se rispettera’ gli accordi sottoscritti dai governi precedenti.

Weidmann spera che il nuovo governo non faccia promesse che non potra’ permettersi, auspica “che il nuovo governo (greco) non mettera’ in dubbio cio’ che si aspetta da lui e cio’ che e’ gia’ stato realizzato. Credo che sia anche nell’interesse del governo greco fare quanto e’ necessario per affrontare i problemi strutturali che ci sono” ad Atene, ha detto Weindman in un’intervista alla rete Ard, dopo la chiusura delle urne in Grecia.



   

 

 

1 Commento per “Grecia, Weidmann (Bundesbank) sbraita: il nuovo governo rispetti i patti”

  1. Ma weidmann due etti di ca..i suoi quando se li fa ? I Greci fanno quello che ritengono opportuno, non quello che vuole la bundesbank !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -