Yemen: aria di golpe a Sanaa, ribelli Houthi occupano la Tv pubblica

yemen-ribelli-sciiti Houthi

 

I ribelli sciiti Houthi avrebbero occupato nelle ultime ore la sede dell’agenzia di Stato yemenita, “Saba”, e della televisione pubblica a Sanaa. E’ quanto riferiscono fonti locali, secondo cui gli ultimi sviluppi lasciano presagire un colpo di Stato da parte delle milizie sciite, che avrebbero anche occupato l’abitazione del capo della sicurezza del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi.

Nella capitale sono in corso da cinque ore scontri tra le guardie presidenziali e i ribelli Houthi, gia’ in parziale controllo di Sana’a dallo scorso settembre. La situazione e’ degenerata dopo il rapimento, sabato, del capo di gabinetto del presidente Hadi, Ahmed Awad bin Mubarak.

Nonostante l’appello al cessate il fuoco formulato dal presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, fonti locali continuano a riferire di esplosioni sempre piu’ forti nella zona del palazzo presidenziale e nel quartiere Faj Attan. Una fonte Houthi aveva detto nelle scorse ore all’emittente satellitare “al Arabiya” che il cessate il fuoco era gia’ entrato in vigore.

Le tensioni tra le parti sono salite nel fine settimane in seguito al rapimento del capo di gabinetto del presidente Hadi, Ahmed Awad bin Mubarak. Colpi d’arma da fuoco sono stati sparati dagli Jouthi contro il convoglio del premier che pero’ non e’ stato ferito.

Il convoglio del premier Khaled Bahah e’ stato bersagliato al termine di un incontro indetto dal presidente Abd-Rabbu Mansour Hadi ed il rappresentante della minoranza sciita, Saleh al-Samad, per tentare di trovare una soluzione alla crisi. Lo hanno specificato fonti governative specificando che si e’ trattato di un vero e proprio tentativo di assassinio ad un posto di blocco di Houthi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -