Tunisino rapina una donna e scaglia la bicicletta contro gli agenti

arrestato

 

Mestre, rapina via Piave 16 gennaio 2015

Il delinquente ha deciso di entrare in azione nel momento peggiore: davanti agli occhi di una pattuglia delle volanti che in quel momento stava transitando in zona via Piave per controllare il territorio. Per lui quindi si sono strette le manette ai polsi, ed è la settima volta da inizio anno che malintenzionati vengono arrestati e portati in questura. Per furti o aggressioni. Stavolta la rapina si è verificata verso l’una della notte tra giovedì e venerdì in via Piave, all’altezza dell’intersezione con via Miranese e via Circonvallazione.

Un 21enne di nazionalità tunisina, molto noto alle forze dell’ordine tanto che nel 2013 era già stato arrestato per rapina sempre a Mestre, a un certo punto si è avvicinato a una donna di 30 anni di origini straniere che in quel momento stava transitando con una bicicletta bianca a mano. Colpendola con una spallata, nel tentativo di impadronirsi del velocipede. In zona si trovava una pattuglia della polizia, che ha assistito alla scena. In pochi istanti è stata raccolta la testimonianza della derubata, che ha effettivamente spiegato di essere stata aggredita da quello sconosciuto, ed è scattato l’inseguimento del delinquente, il quale è stato bloccato a una cinquantina di metri di distanza. In via Degan.

Ma il ladro ha comunque tentato di resistere all’arresto. A un certo punto ha pure scagliato la bicicletta contro il capopattuglia, nel tentativo disperato di guadagnare tempo ed evitare le manette. L’agente, colpito, si è quindi dovuto rivolgere alle cure dei sanitari, venendo dimesso dal pronto soccorso con una prognosi di cinque giorni.

In via Degan, a causa del pavimento reso viscido dall’umidità, il fuggitivo è scivolato a terra cercando di tenere gli agenti a distanza sferrando dei calci. Ne scaturiva una colluttazione. Alla fine il delinquente è stato ammanettato a una finestra di un edifcio.

Anche in questura il comportamento del giovane, alle prese con problemi di tossicodipendenza, si è rivelato piuttosto ostico: per questo motivo dovrà rispondere non solo di rapina, ma anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

mestre.veneziatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -