700 jihadisti turchi si sono arruolati nelle file dell’Isis

jihad

 

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha detto che fino a 700 cittadini turchi sono entrati nei ranghi dello Stato islamico, lanciando l’allarme attentati in Turchia, se i combattenti jihadisti torneranno a casa.

“Ci sono circa 500-700 cittadini turchi entrati nell’Isis” ha detto Cavusoglu. “Una preoccupazione comune per i ‘foreign fighters’ è: cosa accadrà quando torneranno a casa? Abbiamo anche questa preoccupazione” ha detto, rientrando da una vista alla Repubblica turca di Cipro. Ankara ha proibito l’ingresso a 7.250 persone dall’estero che volevano unirsi all’Isis e 1.160 volontari jihadisti sono stati espulsi ha detto Cavusoglu.

Da tempo la Turchia è sotto accusa perchè permetterebbe il passaggio di combattenti jihadisti verso la Siria e l’Iraq. Le critiche si sono inasprite quando lunedì Ankara ha reso noto che Hayat Boumedienne, compagna di uno degli autori degli episodi di terrore che hanno ucciso 17 persone a Parigi la scorsa settimana, è entrata in Siria via Turchia qualche giorno prima degli attacchi.

Secondo le indiscrezioni Hayat Boumedienne è entrata nell’Isis. Ma Cavusoglu ha ribadito che la Turchia non ha colpe per non averla fermata, dato che le autorità francesi non hanno agito sulle informazione fornite da Ankara ancora prima che fossero state richieste. “Come posso sapere se entrerà nell’Isis? Se hanno queste informazioni, perchè non l’hanno fermata prima che lasciasse la Francia?”.

Il ministro ha aggiunto che la Turchia sta prendendo “misure estreme” per garantire la sicurezza lungo i 911 chilometri di confine con la Siria, ma la linea non è a prova di bomba. “Un passaggio si può sempre trovare”. Cavusoglu ha detto che la Turchia è un obiettivo dell’Isis perchè condanna il gruppo in quanto “spietata organizzazione terroristica che non rappresenta in alcun modo l’Islam”. “Un Paese che usa questi termini è naturalmente un bersaglio del terrore. Dobbiamo perciò essere cauti e prendere le necessarie misure”.

(fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -