Tre agenti accerchiati e pestati da nomadi armati di bastoni

blitz-nomadi

 

Accerchiati e aggrediti da un gruppo di nomadi. A denunciare la violenza di cui sono stati protagonisti due agenti della polizia municipale è Giancarlo Cosentino, della Cisl Fp.

“Ieri al campo nomadi di via Candoni- spiega Cosentino- c’è stato un intervento della polizia locale e due agenti insieme al vicecomandante Di Maggio sono stati accerchiati e aggrediti, con lesioni personali e prognosi dai 7 a 25 giorni“. Il sindacalista punta poi il dito contro il Campidoglio: “La cosa grave- attacca Cosentino- è che il vicesindaco Nieri da me interpellato stamane non sapeva nulla perchè risulterebbe non avvisato dal comandante Clemente”.

Gli agenti della polizia municipale stavano cercando gli autori di un furto di iPhone avvenuto poco prima in un centro commerciale. Secondo quanto si è appreso, sono stati accerchiati da persone armate di bastoni mentre si trovavano in un container con un presunto ladro, un 16enne romeno. Gli aggressori hanno cercato di entrare sfondando la porta e le finestre, mentre il minorenne urlava e li minacciava.

Tre gli agenti feriti tra cui il comandate del Gruppo Sicurezza pubblica emergenziale, Antonio Di Maggio, giudicato guaribile in 7 giorni. Gli altri 2 vigili hanno riportato la frattura del setto nasale e contusioni. Sono stati dimessi con 20 e 30 giorni di prognosi. repubblica



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -