“Il QE di Draghi potrebbe spalancare le porte alla parità euro-dollaro”

Dollar and euro money 3d symbols.

 

a cura di ABC Economics

12 gennaio 2015 – “Le incertezze politiche (vedasi le imminenti elezioni in Grecia) e il varo del QE targato-Bce potrebbero spingere l’EUR/USD al di sotto della nostra stima di base per il 2015”. È quanto si apprende dal bollettino settimanale di Morgan Stanley diramato questa mattina. “I nostri economisti si aspettano un annuncio da parte dell’EuroTower – si legge nella nota – in attesa del verdetto della Corte Europea di Giustizia sull’alleggerimento quantitativo”, programma che dovrebbe riguardare l’acquisto di 500 miliardi di euro di bond sovrane e 100 miliardi di obbligazioni corporate.

“Continuiamo a essere pessimisti sull’euro – spiegano gli analisti di Morgan Stanley – e prevediamo una discesa del cambio contro il dollaro statunitense”. Tutto dipenderà dalla portata complessiva del QE della Bce. “La nostra stima di base è 1,12 mentre quella più pessimista è di parità con il dollaro”.

Di seguito riportiamo un interessante grafico elaborato da Morgan Stanley che mostra la relazione tra le espansioni/contrazioni del bilancio della Bce e la svalutazione/apprezzamento della moneta unica contro il dollaro statunitense.

euro-dollaro

ABC Economics



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -