Le parole di Coulibaly agli ostaggi: lasciate in pace i musulmani

Amedy-Coulibaly

 

Dovete manifestare per dire “di lasciare tranquilli i musulmani”. Lo ha detto ieri ai suoi ostaggi Amedy Coulibaly, l’autore dell’assalto armato in un negozio di alimentari kosher e del successivo sequestro di alcuni clienti a Porte de Vincennes, zona est di Parigi. Sequestro cui hanno messo fine le forze speciali francesi con un drammatico blitz.

L’emittente RTL ieri ha telefonato all’esercizio commerciale durante la presa di ostaggi: qualcuno ha risposto, ma l’apparecchio è stato riagganciato male ed è stato possibile ascoltare le conversazioni tra il terrorista, che il giorno precedente aveva ucciso una poliziotta a Montrouge, e gli ostaggi.

La smettano di mettere in prigione i nostri fratelli, la smettano di attaccare lo Stato Islamico. Voi finanziate (il governo), io le tasse non le pago”, ha gridato Coulibaly agli ostaggi, nei suoi farneticanti messaggi contro lo stato, “Fate manifestazioni per dire di lasciare tranquilli i musulmani! Perchè non le fate?”.

Amedy Coulibaly, ha telefonato ad altri fondamentalisti ai quali ha chiesto di attaccare “obiettivi”, prima di essere ucciso nel raid delle forze speciali. Lo hanno riferito fonti di sicurezza francesi.

Coulibaly, secondo le stesse fonti, disponeva di esplosivi oltre che di armi. L’irruzione sarebbe scattata anche perchè l’uomo, come da lui stesso rivendicato in una telefonata a un’emittente televisiva allnews Bfm-Tv, aveva già ucciso quattro dei suoi ostaggi e c’era il timore che potesse ucciderne degli altri. Il blitz non avrebbe dunque provocato vittime, oltre a quella del terrorista abbattuto mentre continuava a sparare.

La sua compagna, Hayat Boumeddiene, è ancora ricercata nell’ambito dell’inchiesta sull’altra sparatoria avvenuta a Parigi, costata la vita a una poliziotta. askanews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -