Monti è un disco rotto: Grazie a me Berlusconi non è presidente della Repubblica

Mario Monti

 

“Senza Scelta civica nella primavera del 2013 un esponente del Centro-destra sarebbe stato eletto Capo dello Stato (verosimilmente il senatore Berlusconi) e un altro suo esponente sarebbe diventato Capo del governo”. Così Mario Monti, ex premier e fondatore di Scelta civica, in un’intervista a ‘La Stampa’. “Invece – continua – si è addivenuti alla rielezione del presidente Napolitano e, su sua nomina, ad Enrico Letta come presidente del Consiglio, sorretto da una grande coalizione, al quale è succeduto, con formula simile, Matteo Renzi nel febbraio 2014”.

“Certo, il prezzo maggiore – prosegue Monti – è stato pagato da Giorgio Napolitano, al quale si è dovuto chiedere un sacrificio straordinario, dopo un settennato quanto mai impegnativo e condotto con equilibrio e fermezza. E oggi, a seguito delle sue comprensibili dimissioni, il Parlamento deve affrontare una prova difficile. Speriamo che vi si accinga con maggiore senso di responsabilità”.“Al Quirinale deve esserci una personalità nella quale gli italiani riconoscano il meglio di sé, della quale siano fieri. E che il mondo, ma soprattutto l’Europa, vedano come un interlocutore affidabile, autorevole e impegnativo”. Romano Prodi e Mario Draghi “a mio giudizio avrebbero queste qualità”, conclude Monti.

——————

Lo ripete ossessivamente e ciclicamente. Monti teme che gli italiani non si siano accorti del golpe del 2011 e ci tiene a ricordare che fu grazie alle trame sue e di Napolitano che Berlusconi, regolarmente eletto dagli italiani, fu fatto fuori, cosa della quale è andato a vantarsi anche in Russia Monti si vanta in Russia: ho evitato il ritorno di Berlusconi

Qui in Italia lo ha ripetuto tante volte fino a far sorgere dubbi sul suo equilibrio emotivo. E non solo. Forse si sta proponendo come candidato al Quirinale? Speriamo che gli italiani non debbano subire quest’ultimo affronto. Monti: “La coscienza mi diceva: c’e’ un Quirinale che t’aspetta”

Monti: senza Scelta Civica Berlusconi oggi sarebbe al Quirinale

Scelta civica si vanta: “Senza Monti, Berlusconi sarebbe al Quirinale”

Monti: “Senza di me, oggi Berlusconi siederebbe al Quirinale”

Berlusconi decaduto, gli sciacalli fanno festa. Monti: “E’ merito mio”

Monti: senza di me, Berlusconi sarebbe diventato presidente delle Repubblica

Costa: legge Severino costruita da Pd e Monti contro Berlusconi

“Monti è passato alla storia come il presidente del Consiglio più fallimentare del nostro Paese: quale credibilità crede di avere nell’ergersi a salvatore della patria quando dichiara che grazie a lui Silvio Berlusconi non è diventato presidente della Repubblica? Davvero allucinante quanto Monti dichiara oggi in un’intervista dalla quale si evince che l’oblio nel quale è caduto gli sta davvero stretto”.

Così Simone Furlan, membro dell’ufficio di presidenza di Fi e leader dell’Esercito di Silvio, in una dichiarazione.”Silvio Berlusconi è oggi uno dei protagonisti più influenti sulla scena politica italiana e internazionale: nonostante una parte della magistratura politicizzata abbia cercato di distruggere la sua immagine, la sua legittimazione si fonda su un consenso larghissimo nel Paese. Forse a Monti sfugge anche il senso di responsabilità che Forza Italia ha dimostrato sul fronte delle riforme. Forse, più semplicemente, chi non è riuscito a combinare nulla di buono per il Paese nutre solo invidia verso chi, da 20 anni, lavora per il bene del Paese e dei cittadini”, conclude Furlan.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -