Isis: emiro del ‘califfato’ torturato e decapitato perché fumava

Hisbah, polizia della sharia

Hisbah, polizia della sharia

 

Una figura di spicco della cosiddetta ‘polizia’ dello Stato Islamico e’ stato trovato decapitato in Siria orientale. Lo ha reso noto l’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani. L’uomo era un cittadino egiziano, noto come il vice-emiro della forza di al-Hesbah nella provincia siriana di Deir-el-Zor: il suo corpo, che mostrava segni di tortura, e’ stato rinvenuto nei pressi di una centrale elettrica nella citta’ di al-Mayadeen

“Non sappiamo se sia stato ucciso dallo Stato Islamico o da locali o altri combattenti”, ha dichiarato Rami Abdulrahman, direttore dell’Osservatorio, che ha una rete di informatori sul terreno. “In ogni caso e’ una notizia importante, perche’ si tratta di un uomo molto importante.
Probabilmente”, ha aggiunto, “si tratta della prima volta che viene trovato decapitato un uomo di al-Hesbah”.

Secondo l’Osservatorio, sul cadavere, che aveva una sigaretta in bocca (chi abita nelle aree controllate dallo Stato Islamico non puo’ fumare in pubblico) era poggiato un cartello con su scritto ‘Questo e’ il male, tu sceicco’. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -