La UE ringhia contro la Grecia: “L’appartenenza all’eurozona è irrevocabile”

sciacallo-UE

 

In vista delle prossime elezioni politiche in Grecia, il portavoce della commissione Ue ha ribadito che l’appartenza della Grecia alla zona dell’Euro è, e resta, “irrevocabile”.
Dopo il fallimento dell’elezione di un nuovo presidente, le elezioni politiche si terranno in Grecia il 25 gennaio prossimo.

Parlando alla stampa, la portavoce Annika Breidthardt ha esplicitato che “l’appartenenza all’euro è irrevocabile” e che tale regola è inscritta nel trattato europeo, con riferimento al paragrafo terzo dell’articolo 140 del Trattato di Lisbona.

Quanto all’ipotesi che in concreto un paese possa comunque uscire dall’Euro, un’altra portavoce, Margaritis Schinas, puntualizza: “non intendiamo perdere in speculazioni su scenari che rischiano di essere interpretati in un contesto che non si pone neppure”.
La commissione era stata chiamata a intervenire sul tema dopo un articolo pubblicato sabato da Der Spiegel. Secondo il settimanale tedesco, il governo di Berlino giudicherebbe inevitabile l’uscita della Grecia dall’Euro in caso di vittoria alle politiche della sinistra radicale di Syriza.
Sul tema oggi è intervenuto anche il presidente francese Hollande. “I greci sono liberi di decidere in modo sovrano dei loro governanti… Quanto alla zona euro, sola la Grecia può decidere”.



   

 

 

1 Commento per “La UE ringhia contro la Grecia: “L’appartenenza all’eurozona è irrevocabile””

  1. nulla è irrevocabile, cara breidthardt !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -