Roma: agenti minacciati con cacciavite dai Rom sorpresi a rubare

arresto

 

Continuano gli arresti da parte degli agenti della Polizia di Stato di ladri sorpresi in flagrante, questa volta in due diverse abitazioni a Monte Sacro ed a S.
Basilio. Il primo arresto e’ stato effettuato nella scorsa serata, in via Rionero, dagli uomini del Reparto Volanti, recatisi sul posto a seguito di una segnalazione giunta al 113.
Alcuni passanti hanno riferito agli agenti di aver notato un uomo salire attraverso una tubazione fino al secondo piano e di non averlo piu’ visto ridiscendere. I poliziotti hanno circondato lo stabile, provvedendo nel contempo a richiedere l’intervento dei vigili del fuoco, giunti in breve muniti di autoscala. E proprio in quei frangenti i poliziotti hanno notato l’uomo salire dal secondo al terzo piano ed entrare all’interno di un’abitazione, per poi ridiscendere al secondo.
Grazie all’autoscala ed ai mezzi di illuminazione dei vigili del fuoco, il ladro poco dopo e’ stato individuato. Gli agenti hanno tentato di bloccarlo sul terrazzo dell’abitazione ma a quel punto l’uomo si e’ lasciato cadere nel vuoto e, atterrato nel cortile sottostante, si e’ subito rialzato tentando di fuggire, ma dopo una colluttazione con gli agenti che erano anche li’ e’ stato bloccato. Indosso gli sono stati rinvenuti numerosi monili d’oro, orologi e bracciali, appena trafugati, che sono stati riconsegnati alla proprietaria. L’arrestato e’ un 23enne romeno.

Un episodio per molti versi analogo e’ accaduto in via Pietro Ceccato, nella zona di S.
Basilio. Qui era stato segnalato un giovane che sostava in strada a fare da “palo”, mentre il complice era all’opera all’interno. Alla vista degli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato S. Ippolito, il giovane, un minorenne di etnia rom, ha subito afferrato il telefono cellulare per avvisare il complice, ma e’ stato bloccato prima che potesse farlo. Mentre gli agenti stavano salendo le scale per sorprendere il ladro, questi per sfuggire alla cattura si e’ lanciato dal secondo piano e una volta a terra e senza aver riportato ferite ha minacciato gli agenti con un cacciavite. E’ seguita una colluttazione e l’uomo, un 33enne, e’ stato bloccato. Indosso aveva 10 catenine con diversi ciondoli in oro, 3 anelli, diversi bracciali, sempre in oro, vari orologi e telefoni cellulari. Per lui e il minore e’ scattato l’arresto. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -