Ebola in Iraq, a Mosul 3 jihadisti Isis hanno contratto virus

Condividi

 

ebola

 

L’Ebola colpisce anche gli uomini del “califfo” Abu Bakr al Baghdadi. Tre jihadisti dello Stato islamico (Isis) avrebbero contratto il virus dell’Ebola nella città irachena di Mosul. La notizia è arrivata stamane dal capoluogo della provincia di Ninive, roccaforte del Califfato nero, attraverso un medico locale citato dal quotidiano panarabo “al Quds al Arabi”.

“Negli ospedali di al Salam e al Jamhoury di Mosul sono stati registrati tre casi di infezione da virus Ebola”, ha detto il medico Akram Mahmoud, aggiungendo che “tutti e tre gli infetti sono elementi dell’Isis”.
Lo stesso medico ha quindi lanciato un appello: “Mettiamo in guardia tutti gli abitanti di Mosul dalla diffusione di casi di infezione in tutta a citta”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -